La voce

La voce

SCONTO 15%

 

Autrice: Luisa Carretti
Illustrazioni: Mariella Cusumano
Testo in simboli: Laboratorio CAA dell’Associazione Arca Comunità l’Arcobaleno
Supervisione: Brunella Stefanelli, Associazione Arca Comunità l'Arcobaleno
Genere: albo illustrato
Dimensioni: 21x21
Rilegatura: cartonato
Pagine: 48
Edizione:  I° edizione
Collana: ZIG ZAG
ISBN: 978-88-943876-29
 

Sinossi

Da quando la mamma è in ospedale, Tobia non riesce a dormire da solo.  Ogni sera la sua camera da letto sembra trasformarsi in un covo di mostri, che lui, armandosi di coraggio prova a combattere.
Il più delle volte però fugge spaventato ma non sconfitto nel letto del suo papà, che lo accoglie senza fare domande.

Solo quando la mamma tornerà a casa, la paura svanirà e l'equilibro in famiglia sarà ristabilito.

Il racconto La voce, tratto dalla raccolta del libro di narrativa  La paura detesta volare e proposto in questo volume in versione inbook, è stato scritto in collaborazione con la psicologa clinica Chiara Carrelli per aiutare adulti e bambini ad affrontare una delle paure  più diffuse: la paura dell'abbandono. Questo inbook è stato tradotto dal gruppo di traduzione CAA dell'Associazione Arca Comunità l'Arcobaleno di Bologna.

Luisa Carretti autrice e giornalista ha fondato insieme a Patrizia Frassanito la casa editrice Storie Cucite. Dopo  Ha già pubblicato nella neve (2016) e Flavia Uragano (2018) per la casa editrice e ha esordito nel 2019 con il primo racconto di narrativa per bambini La paura detesta volare dal quale è tratto il racconto "La voce".

Mariella Cusumano illustratrice e insegnante si è formata con importanti professionisti dell’illustrazione internazionale. Ha già pubblicato con diverse case editrici ed è stata selezionata in diversi concorsi d'illustrazione e partecipato a mostre collettive.

L'Arche -"L'Arcobaleno" Onlus è un associazione con sede a Granarolo di Emilia nel bolognese, prima di essere un' organizzazione , un'istituzione o un progetto è innanzitutto un' esperienza di una relazione. Questa relazione cresce ogni giorno nella condivisione della vita, nelle case e in laboratorio, tra persone con e senza disabilità. La consapevolezza che nessuno è perfetto è ingrediente fondamentale per costruire giorno dopo giorno un'esperienza di accoglienza e condivisione, fermento di crescita per tutti.